/ ©: Fabian Stamm / WWF-Switzerland

Acqua dolce

Senz’acqua sul nostro pianeta non esisterebbe la vita. Purtroppo l’acqua potabile è una merce sempre più rara, con conseguenze fatali per tutti gli esseri viventi.
I torrenti, i fiumi, le aree umide e i laghi allo stato naturale vengono canalizzati, prosciugati, imbrigliati nel cemento e sbarrati con dighe. Le risorse di acqua dolce sono inquinate da fertilizzanti, antiparassitari e reflui industriali. Inoltre si attinge ad esse per produrre energia, alimentare la rete idrica e irrigare i campi.

Negli ultimi 40 anni in tutto il mondo è andata distrutta oltre la metà dei corsi d’acqua naturali. Ciò ha avuto conseguenze drammatiche per il bilancio idrico: inondazioni, siccità, estinzione delle specie. Mentre la biodiversità si è ridotta del 50%.

Anche i corsi d’acqua svizzeri sono ostruiti ed eccessivamente sfruttati. Molti sono interrati o cementificati e vengono sfruttati fino al limite del possibile per produrre acqua potabile e acqua industriale, generare energia o smaltire le acque di scarico, con conseguente estinzione di molte specie: il 60% di quelle ittiche autoctone è incluso nella Lista Rossa. La metà delle specie che hanno bisogno delle golene è fortemente minacciata, mentre più del 20% è già scomparso o a rischio di estinzione. È solo dal 1992 che la legge sulla protezione delle acque, approvata dalla popolazione, disciplina in che modo proteggere i corsi d’acqua svizzeri da effetti negativi e quali misure adottare per dare impulso alla natura sui corsi d‘acqua. Nel 2011 una serie di disposizioni di legge concrete relative alla rinaturizzazione (rivitalizzazione) dei corsi d’acqua ha rafforzato l’habitat acqua; d’altro canto, però, è stata indebolita la protezione delle acque a favore di un maggior utilizzo dell’energia idroelettrica.

Datti subito da fare

  • I torrenti e i fiumi della Svizzera sono fortemente minacciati. Aiuta il WWF nella sua opera di tutela dei corsi d’acqua vivi e naturali.

    Diventa guardafiumi

Le priorità del WWF

Rinaturazione
Il WWF si impegna a favore dei corsi d’acqua della Svizzera. I nostri fiumi e torrenti devono essere salvati e rinaturati.

Energia idroelettrica
Un‘energia elettrica prodotta da fonti idrauliche veramente rispettosa dell‘ambiente richiede rigide condizioni ecologiche.

Spazio riservato alle acque
Un corso d’acqua ha bisogno di spazio per svolgere la sua importante funzione nell‘ecosistema.

L’impegno del WWF

La versione rivista della legge sulla protezione delle acque obbliga i Cantoni a rinaturare diverse aree e a imporre misure di risanamento alle centrali elettriche.

Il WWF ha seguito lo sviluppo della versione rivista della legge sulla protezione delle acque nei limiti delle sue possibilità e si è impegnato affinché ai corsi d’acqua venisse riservato maggior spazio. Al momento il WWF, insieme alle sue sezioni cantonali, sta seguendo la fase di attuazione e lotta affinché i corsi d’acqua prioritari dal punto di vista ecologico vengano valorizzati come prevede la legge.

Il WWF è impegnato con i suoi progetti di protezione delle acque nei seguenti settori:
  • miglioramento delle condizioni quadro legali: nonostante la legge sulla protezione delle acque, non vi sono progressi in materia di tutela e ripristino dei corsi d’acqua. Inoltre le norme sulla protezione delle acque sono soggette ad attacchi continui;
  • rinaturazione delle acque: il WWF sostiene la valorizzazione dei corsi d’acqua promuovendo pianificazioni, realizza progetti dimostrativi e si rende portavoce dei vantaggi dei corsi d’acqua naturali;
  • ecologizzazione dell’energia idroelettrica: il WWF si impegna a favore di condizioni ecologiche e del loro rispetto nell’utilizzo dell’energia idroelettrica, sia per quanto attiene alle nuove centrali elettriche che al risanamento di impianti esistenti;
  • tutela dei preziosi corsi d‘acqua: il WWF lotta a favore della costante tutela degli ultimi tratti d’acqua inutilizzati.

Abbonati alla newsletter del WWF

Sintetica e attuale: le ultimissime del WWF via e-mail. Iscriviti ora!

Diventa fan del WWF su Facebook


Segui il WWF su Twitter

-20% di elefanti in soli 10 anni. Sono solo 415000. Necessari lotta contro i bracconieri e divieto assoluto del com… https://t.co/fvhzAV1SVE
da 4 ore @WWF_Svizzera

Fai una donazione per la tutela delle foreste

Alpen

La tua offerta al WWF può essere dedotta dalle imposte.