/ ©: Michel Gunther / WWF-Canon

Mari & coste

Vista dallo spazio, la Terra appare come un pianeta blu. Blu, perché oltre due terzi (il 71%) della superficie terrestre sono coperti da acqua. All’incirca il 96,5% di tutta l’acqua si trova nei mari. Se si distribuissero uniformemente tutti i mari sulla superficie terrestre, si otterrebbe un unico oceano di una profondità media di 2500 metri. Il 58% della superficie marina scende a una profondità di più di 4000 metri. Il fondale più profondo si trova nella fossa delle Marianne, ad est delle Filippine, a 11034 metri sotto il livello del mare. Messa in verticale, la sua distanza supera quindi nettamente la cima della montagna più alta del mondo.

I mari presentano un’enorme ricchezza di diverse specie. Ci vivono le più svariate forme di vita, dai minuscoli batteri all’animale più grande del mondo, la balenottera azzurra, la cui lunghezza può raggiungere i 33 metri. La varietà di colori e forme supera di gran lunga quella delle specie che vivono sulla terraferma. La tridimensionalità dell’acqua è favorevole a molte forme di vita. Mentre agli animali terrestri occorre molta energia per muoversi, i pesci vengono aiutati dalla portanza dell’acqua.
Der Golfstrom sorgt für verhältnismässig mildes Klima auf den Lofoten, Norwegen / ©: Frode Johansen / WWF Norwegen

Oceani e clima

Senza la corrente del Golfo le differenze di temperatura in Europa sarebbero molto più alte. Ma l’Atlantico non ha soltanto la funzione di riscaldamento centrale dell’inverno europeo occidentale, immagazzina anche enormi quantità di CO2, il gas a effetto serra.
Mandarin fish, Indonesia
Mandarin fish (Synchiropus splendidus) Banda Neira, Moluccas, Indonesia. 9 ... / ©: Jürgen Freund / WWF-Canon

Speranza per i mari

Il WWF si impegna affinché siano istituite aree marine protette e per una pesca sostenibile che utilizzi il patrimonio ittico del pianeta senza saccheggiarlo.
Pesca accidentale / ©: Mauritius Images/Alamy

Mari in pericolo

Le flotte di pescherecci dotati delle tecnologie più moderne saccheggiano i mari, gli allevamenti ittici industriali distruggono interi tratti di costa, le tecniche di pesca distruttive e il surriscaldamento climatico minacciano le barriere coralline.

Abbonati alla newsletter del WWF

Sintetica e attuale: le ultimissime del WWF via e-mail. Iscriviti ora!

Diventa fan del WWF su Facebook


Segui il WWF su Twitter

Quanto è "verde" la tua spesa? Scoprilo qui: http://t.co/VYtqFTU5v2
da 10 ore @WWF_Svizzera

Fai una donazione per la tutela delle foreste

Alpen