Alpinists, Monte Rosa, border of Italy and Switzerland / ©: © Elma Okic / WWF-Canon

Problemi & soluzioni

Molti fattori minacciano l'integrità naturalistica e culturale delle Alpi. Ma salvaguardare questo inestimabile patrimonio è possibile.

 / ©: Elma Okic / WWF-Canon

Cambiamento climatico

Il riscaldamento globale mostra già chiaramente i propri effetti: basta osservare i ghiacciai che si sciolgono. Anche le piante alpine reagiscono all'innalzamento delle temperature, ritirandosi verso altitudini superiori – tra 0,5 e 4 metri nell'arco di un solo decennio. Questo fenomeno e il mutare del clima rappresentano la sfida più ardua per la fauna e la flora delle Alpi.
Alpenlandschaft mit Kuh / ©: Wilmar Huisman/Fotolia.de

Agricoltura

Il maggiore ricorso a tecniche intensive nella coltivazione dei terreni più facilmente accessibili e il contemporaneo riavanzare dei boschi nei prati e nei pascoli di alta montagna abbandonati dall’uomo mettono a rischio la biodiversità. Un'agricoltura di montagna sostenibile è essenziale per la conservazione dell'ecosistema alpino.
 / ©: © Bruno Pambour / WWF-Canon

Attività forestali di montagna

La maggior parte delle valli alpine è ormai disboscata. Le aree di foresta rimaste, concentrate prevalentemente lungo i pendii, si estendono comunque ancora oggi su vaste superfici, e svolgono un ruolo molto importante come corridoi biologici per gli animali selvatici.
Revitalisierung Bünz / ©: Mars Staufer

Gestione dell'acqua

Bonifiche di zone umide, deviazioni degli alvei dei fiumi ed enormi laghi artificiali: in passato l'uomo è intervenuto pesantemente sui corsi d'acqua svizzeri senza preoccuparsi minimamente dell'impatto che tali sconvolgimenti potevano esercitare sull'ambiente. Solo il 10 per cento dei fiumi si trova ancora in condizioni naturali o parzialmente naturali. L’energia ecologica e la rivitalizzazione dei corsi d’acqua garantiscono una possibilità di sopravvivenza alle popolazioni ittiche dei nostri fiumi.
Cementificazione massiccia nella Saastal (VS) 2001, Svizzera. / ©: Andreas Weissen

Urbanizzazione

Nelle valli alpine, gli insediamenti urbani e le infrastrutture per i trasporti rappresentano barriere insormontabili per molte specie e impediscono la creazione di reti ecologiche. Una pianificazione efficiente del territorio, l’imposizione di vincoli edilizi e la costruzione di ponti ecologici che attraversino i principali assi stradali potrebbero attenuare questi problemi.
 / ©: Foto SBB

Trasporti

Ogni anno attraversano le Alpi quasi 120 milioni di persone e 150 milioni di tonnellate di merci. E solo un quarto di questi spostamenti avviene in treno. Le conseguenze: livelli elevati di inquinamento acustico e ambientale. Incentivando il trasporto su rotaia si potrebbero risolvere questi problemi.
Die Jugendlichen wandern entlang eines Grates. Ihre langen Stecken geben ihnen eienn guten Halt. / ©: WWF-Silvan Minnig

Turismo

120 milioni di turisti visitano le Alpi ogni anno, ponendo sotto forte pressione le risorse della regione. Il bilancio ecologico delle attività turistiche potrebbe migliorare notevolmente con una serie di adeguamenti in diversi settori.

Abbonati alla newsletter del WWF

Sintetica e attuale: le ultimissime del WWF via e-mail. Iscriviti ora!

Diventa fan del WWF su Facebook


Segui il WWF su Twitter

Non ha bisogno di essere trasportata: l'acqua del rubinetto 1000 volte più ecologica dell'acqua minerale # Footprint http://t.co/adhEEGqwxF
da 20 ore @WWF_Svizzera

Fai una donazione per la tutela delle foreste

Alpen