/ ©: Martin Harvey / WWF-Canon

Foreste & clima

Le foreste sono di grande importanza per il nostro clima: immagazzinano il carbonio e rinfrescano l’atmosfera.
Le grandi superfici forestali funzionano da climatizzatori. L’acqua immagazzinata dagli alberi, riscaldata dall’energia solare, evapora e produce vapore acqueo, sottraendo così del calore all’aria. Il vapore acqueo forma le nubi, fonte di nuove precipitazioni. Questo ciclo naturale tende a collassare a causa della deforestazione. Più le foreste vengono distrutte, più viene a mancare il loro effetto rinfrescante sul clima.

Le foreste sono depositi di carbonio

Gli alberi, durante la loro crescita, prelevano CO2 dall’aria e l’immagazzinano nel loro legno sotto forma di carbonio. Contemporaneamente rilasciano ossigeno (O2) nell’ambiente. Se un albero muore o viene bruciato, il CO2 viene nuovamente rilasciato nell’atmosfera. Un albero è dunque neutrale per il clima. La situazione diventa però problematica, quando le foreste vengono distrutte e il patrimonio forestale diminuisce. Infatti, circa la metà del carbonio sulla terra si trova proprio nelle foreste. E la percentuale cresce, se si tiene conto anche del carbonio contenuto nel terreno boschivo.

Le foreste accumulano dalle 20 alle 50 volte più CO2 di altri ecosistemi. In questo processo sono di grande importanza le foreste tropicali, perché, grazie alla grande biomassa, immagazzinano il 50% in più di carbonio rispetto ad altri tipi di foresta. Se queste foreste vengono disboscate, il carbonio, viene liberato nuovamente sotto forma di CO2. Ne consegue che ogni anno gigantesche quantità di CO2 vengono rilasciate nell’ambiente. I disboscamenti contribuiscono in modo determinante alle emissioni di gas a effetto serra e dunque anche al riscaldamento globale

Datti subito da fare

  • Fai un'offerta per le foreste
    Con la tua offerta il WWF potrà creare zone protette, realizzare interventi di rimboschimento e aiutare le popolazioni locali a individuare fonti di reddito alternative.
  • Vacanze sì, ma non in aereo
    Organizzati per raggiungere la meta delle tue vacanze senza prendere l'aereo! Eviterai così l'emissione di tanto CO2 quanto ne produce un'auto, mediamente utilizzata, in un anno.

Il riscaldamento globale mette in pericolo le foreste

Per gli alberi è piuttosto difficile adattarsi a rapidi cambiamenti climatici. Inoltre, tempeste e periodi di siccità indeboliscono ulteriormente le foreste. Tutto questo le rende più facilmente preda delle fiamme. Perciò è possibile che nel giro dei prossimi 25 anni circa la metà della foresta pluviale amazzonica si trasformi in una zona simile alla savana. Se la crescita della temperatura globale dovesse superare la soglia degli 1,5° - 2,5° C rispetto al 1850, fino al 30% di tutte le specie animali e vegetali potrebbe estinguersi. 

Il WWF si impegna per la protezione delle foreste

Nel protocollo di Kyoto la protezione delle foreste, cioè la rinuncia al disboscamento, non viene riconosciuta e ancor meno risarcita finanziariamente. Attualmente, le possibilità di compensare le emissioni di CO2 nelle zone forestali si limitano al rimboscamento e non prendono in considerazione la protezione di foreste esistenti. In futuro tale situazione deve cambiare: questo è uno degli impegni del WWF e di numerose altre organizzazioni.

Affinché il riscaldamento globale non superi il limite massimo di 2° C, dobbiamo impegnarci a ridurre le emissioni di gas serra nell’ambito della mobilità, dell’energia, dell’agricoltura e dei trasporti.

Nelle negoziazioni per gli accordi post-Kyoto, la protezione delle foreste esistenti è un punto importante delle discussioni. Come strumento efficace viene preso in considerazione il meccanismo REDD (Reducing Emissions from Deforestation an Degradation – riduzione di emissioni provenienti dalla deforestazione e dalla degradazione delle foreste). Si tratta soprattutto di risarcire, da parte dell’ONU, i paesi dei tropici per la protezione della foresta tropicale. Ulteriori informazioni sul REDD »

Abbonati alla newsletter del WWF

Sintetica e attuale: le ultimissime del WWF via e-mail. Iscriviti ora!

Diventa fan del WWF su Facebook


Segui il WWF su Twitter

Danni orsi al bestiame giù dell'80% con recinzioni http://t.co/RjaaNwUH9R http://t.co/Ixh6khF9MV
28 Aug 2014 @WWF_Svizzera

Fai una donazione per la tutela delle foreste

Alpen