/ ©: Hartmut Jungius / WWF-Canon

Foreste boreali

Tra il 40° e il 70° di latitudine Nord regna la foresta boreale.
Nell’emisfero sud troviamo delle piccole tracce di foresta boreale soltanto nel Cile meridionale. Sulle montagne delle latitudini temperate la troviamo a partire dai 1000 m. di altitudine. La foresta boreale è nota anche come Taigà o foresta boreale di conifere. Le zone boreali sono caratterizzate da inverni particolarmente lunghi – oltre 6 mesi – e da estati brevi – meno di 3 mesi, con una temperatura media di 10° C. Il 60% delle foreste boreali si trova in Russia, il 30% in Canada e il restante 10% in Alaska, Scandinavia, Stati Baltici, lslanda e sulle montagne di queste regioni.

Le foreste boreali, in particolare in Russia settentrionale, crescono per lo più sul permafrost o permagelo, un terreno il cui suolo è perennemente ghiacciato. Lo strato superficiale arriva talvolta a scongelarsi durante il periodo estivo. Piante caratteristiche sono l’abete rosso, il larice. il faggio e il pino silvestre. A sud, dove gli inverni sono brevi, la foresta boreale sconfina con la foresta temperata (vedi sito sulla foresta temperata). A nord, dove l’estate dura meno di un mese, la foresta boreale di aghifoglie confina con la Tundra, priva di alberi.

Datti subito da fare

  • Le foreste sono essenziali per la salute del nostro pianeta. La tua donazione contribuisce a preservare soprattutto le foreste tropicali, gravemente minacciate da disboscamenti illegali e da incendi appiccati per dissodare i terreni.

    Proteggi la foresta pluviale

Abbonati alla newsletter del WWF

Sintetica e attuale: le ultimissime del WWF via e-mail. Iscriviti ora!

Diventa fan del WWF su Facebook


Segui il WWF su Twitter

Fai una donazione per la tutela delle foreste

Alpen

La tua offerta al WWF può essere dedotta dalle imposte.