/ ©: WWF / Martina Lippuner

Madagascar

Protezione della foresta, rimboschimento e lotta contro la povertà nel Madagascar
Il Madagascar appartiene alle «isole antiche» – si è separato dal continente africano 165 milioni di anni fa. Da allora ha sviluppato un patrimonio vegetale e animale unico al mondo.
L’80 per cento di tutte le piante, di cui 4000 specie arboree, la metà di tutti gli uccelli, il 90 per cento dei rettili e anfibi e tutti i mammiferi, come ad esempio i lemuri, sono endemici, vale a dire che esistono solo in Madagascar. Purtroppo l’ambiente naturale dell’isola ha subito una grave devastazione. Oggi solo il 10 per cento del territorio è ricoperto dalla vegetaione originaria. Gran parte delle foreste pluviali ricche di specie nell’est e nel nord-ovest dell’isola è scomparsa e il numero di aree boschive connesse fra loro è drasticamente diminuito.

L'estrema indigenza rappresenta una delle cause della deforestazione. Il Madagascar è uno dei Paesi più poveri del mondo: il 90 per cento della popolazione deve vivere con meno di due dollari al giorno. Gli abitanti dell’isola sfruttano le risorse naturali in modo eccessivo per procurarsi quanto necessario per la propria sussistenza. Molti contadini sono costretti ad abbattere illegalmente gli alberi per procacciarsi legna da ardere e carbone. I fuochi appiccati per dissodare il terreno rappresentano una minaccia per la sicurezza alimentare delle popolazioni locali nel lungo termine. Con i propri progetti il WWF intende pertanto garantire la sicurezza alimentare degli abitanti dei villaggi, oltre a battersi per la protezione delle zone verdi. La salvaguardia ambientale è infatti attuabile solo se la popolazione può attingere a fonti alternative di reddito.

Un progetto del WWF in Madagascar mostra come la nostra organizzazione interviene concretamente sul campo:
 

Datti subito da fare

  • Fai una donazione per la protezione delle foreste.
    Le foreste sono essenziali per la salute del nostro pianeta. La tua donazione contribuisce a preservare soprattutto le foreste tropicali minacciate dal disboscamento illegale e dagli incendi appiccati per dissodare i terreni.
  • Via le mani dal legno tropicale
    Fai attenzione al legno tropicale non dichiarato e privo del marchio FSC. Spesso le pareti posteriori dei mobili, i fondi dei cassetti o il legno compensato sono fatti di legno tropicale.
 / ©: WWF-Canon / Olivier Van Bogaert

Fandriana–Marolambo

Nella regione Fandriana-Marolambo sorge un parco nazionale su un'area di circa 80 000 ettari. Il WWF sostiene l'organizzazione «Madagaskar National Parks (MNP)» responsabile della costruzione del parco con questo progetto.

Abbonati alla newsletter del WWF

Sintetica e attuale: le ultimissime del WWF via e-mail. Iscriviti ora!

Diventa fan del WWF su Facebook


Segui il WWF su Twitter

Energia elettrica prodotta facendo ricorso a uranio, carbone e gas? No grazie! Firma ora la petizione: http://t.co/seucTd8qtx
da 18 ore @WWF_Svizzera

Fai una donazione per la tutela delle foreste

Alpen