/ ©: WWF-Canon/Michel Gunther

Cambiamento climatico

Le emissioni di CO2 imputabili all'uomo aumentano continuamente, anno dopo anno. Nel 2010, a livello planetario, è stata sfiorata la soglia dei 32 miliardi di tonnellate di CO2, un record assoluto.
Oltre 2000 climatologi di spicco provenienti da ogni parte del mondo si sono riuniti nell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC). Le approfondite analisi di dati da essi effettuate non lasciano dubbi: la temperatura sulla Terra si sta alzando, con una velocità davvero inquietante. I cambiamenti climatici che in un lontano passato, prima della comparsa dell'uomo sulla Terra, richiedevano millenni e millenni, ora avvengono nel giro di un secolo. Se la comunità internazionale non adotta misure incisive, entro pochi decenni la temperatura media salirà di diversi gradi.

Le cause del cambiamento climatico

All'origine dei gravi cambiamenti climatici a cui stiamo assistendo vi è un rafforzamento dell'effetto serra naturale che interessa l'atmosfera terrestre. Gli studiosi dell'IPCC sono concordi nell'affermare che tale rafforzamento, e i conseguenti rapidi innalzamenti delle temperature che hanno caratterizzato l'ultimo secolo, sono riconducibili all'azione dell'uomo. 
 / ©: Illustration: Nicolas d'Aujourd'hui

L'effetto serra

In che modo l'anidride carbonica e altri gas serra riscaldano l'atmosfera? E perché non sarebbe possibile vivere sulla Terra se essi non svolgessero questa funzione?

Le maggiori fonti di CO2 riconducibili all'uomo

Le emissioni di CO2 che derivano dalla combustione di combustibili fossili (petrolio, gas naturale, lignite e carbon fossile) finalizzata alla produzione di corrente elettrica e calore, ai trasporti e alla mobilità individuale sono il fattore scatenante del riscaldamento climatico: ogni anno vengono rilasciati nell'atmosfera 30 miliardi di tonnellate di CO2, e in tutto il mondo la tendenza è in aumento!
Niederaussem power plant , coal-fired (lignite), run by RWE. Near Cologne in North-Rhine ... / ©: WWF-Canon / Andrew KERR

Carbone

Una centrale a carbone di medie dimensioni emette ogni anno circa 10 milioni di tonnellate di CO2, un valore pari alle emissioni annue di tutte le auto svizzere.
 / ©: flickr.com

Strada e rotaia

I veicoli in circolazione sono responsabili di circa il 14 per cento delle emissioni globali di gas serra, e la tendenza è in aumento. In Svizzera, il traffico è già oggi il principale indiziato per gli effetti negativi sul clima.
 / ©: flickr.com

Traffico aereo

Il traffico aereo aumenta con un ritmo rapidissimo e costante, ma è responsabile di notevoli emissioni di CO2: un volo da Zurigo a Miami e ritorno genera un quantitativo di CO2 pro capite pari a quello di un'auto, mediamente utilizzata, in un intero anno.

Le conseguenze del mutamento climatico

Le conseguenze devastanti del mutamento climatico sono evidenti in tutto il mondo, e anche la Svizzera ne è colpita molto più di quanto si pensi. Nel XX secolo la temperatura media è aumentata di 0,4 – 0,8 gradi centigradi a livello globale, e addirittura di 1,4 gradi in Svizzera.
Tromba marina, Croazia.
Tromba marina (un fenomeno meteolologico straordinario e pericoloso; ... / ©: WWF-Canon / Michel GUNTHER

Fenomeni estremi

Nella seconda metà del XX secolo, nell'emisfero boreale, gli eventi atmosferici di notevole gravità sono aumentati del 2 – 4 per cento. Dagli anni Settanta, le ondate di caldo si sono fatte più frequenti, intense e prolungate.
 / ©: Steve Morello / WWF Canon

Regioni polari

Nella primavera del 1995, un iceberg grande quanto il Cantone di Vaud si è staccato dall'Antartide e ha raggiunto l'Atlantico del sud. Nelle regioni polari i segni del cambiamento climatico sono evidenti come in nessun altro angolo del pianeta.
Nelly Damaris Chepkoskei, Kenia / ©: © WWF

Testimoni del cambiamento climatico

Il WWF ha raccolto le testimonianze di quanti hanno vissuto in prima persona eventi quali l'innalzamento del livello dei mari, lo sbiancamento dei coralli, l'infuriare delle tempeste, l’estinzione delle specie, le mortali ondate di caldo e la siccità.
 / ©: Cactus26

Alpi e ghiacciai

I ghiacciai costituiscono la più grande riserva di acqua dolce del pianeta, da cui dipende la sopravvivenza di circa un terzo della popolazione mondiale. Il cambiamento climatico ne determina lo scioglimento, in alcune regioni anche con grande rapidità: rispetto agli anni Ottanta, ad esempio, l'estensione del Ghiacciaio di Fee in Vallese si è praticamente dimezzata.
Fiji is famous throughout the world for spectacularly rich and vibrant soft coral reefs. Fed by ... / ©: Cat Holloway / WWF-Canon

Oceani e barriere coralline

I mari sono in grado di trasportare calore, rinfrescare il pianeta e immagazzinare enormi quantità di CO2. Tuttavia, oggi gli oceani assorbono una quantità sempre minore di anidride carbonica, divengono acidi, si riscaldano e il livello dei mari sale.

Abbonati alla newsletter del WWF

Sintetica e attuale: le ultimissime del WWF via e-mail. Iscriviti ora!

Diventa fan del WWF su Facebook


Segui il WWF su Twitter

Ogni anno 200 mila tartarughe finiscono nelle reti. Pescatori nel Mediterraneo si mobilitano per salvarle http://t.co/rHT7C6k5mX
da 23 ore @WWF_Svizzera

Fai una donazione per la tutela delle foreste

Alpen