Cane da guardia del bestiame in valle Müstair (GR) / ©: WWF/Walter Vetterli

Protezione delle greggi

Protezione delle greggi. Perché? Ogni anno nelle Alpi svizzere vengono alpeggiate 250000 pecore e circa 20000 capre. La loro protezione è di fondamentale importanza per la convivenza tra l’uomo e i grandi predatori. Fino al momento della completa estinzione di orsi, linci e lupi, avvenuta alla fine del XIX secolo, la protezione del bestiame minuto con i cani era una pratica molto diffusa. Con il ritorno di questi tre grandi predatori sulle Alpi dobbiamo recuperare questa antica e fruttuosa tradizione.

Oltre alla vera e propria protezione del bestiame, l’alpeggio e la tutela delle greggi consentono di sfruttare al meglio e nell’epoca più adatta i prati e le praterie, di minimizzare la trasmissione di malattie dal bestiame minuto agli animali selvatici nonché di preservare i boschi dai danni da scortecciamento causati dagli animali d’allevamento. Il WWF Svizzera è attivo da otto anni con diversi progetti volti soprattutto a migliorare la qualità della protezione delle greggi. Dal 2009 il programma di volontariato sugli alpeggi offre un aiuto concreto ai pastori. Inoltre, dal 2010 è stata aperta una pensione invernale per cani da protezione che d’estate vengono prestati agli alpigiani per la protezione delle loro greggi.

Escursionismo, rampichino e protezione delle greggi

Già da parecchi anni, il WWF s’impegna per evitare conflitti fra turisti, popolazione locale e cani da protezione. Per tale motivo, il WWF, assieme ad Agridea, ha creato un sito in cui escursionisti e appassionati di mountain bike posso trovare informazioni sugli alpeggi attualmente protetti da cani di protezione, facilitando così la preparazione di una gita. Il sito web è gestito da Agridea.

Protezione delle greggi ed escursionismo

La presenza di grandi predatori e la protezione delle greggi devono essere accompagnate da una maggiore sensibilizzazione dei turisti nei confronti della nuova situazione. I cani da protezione, infatti, difendono le loro greggi anche dagli estranei. Tutto ciò può portare a spiacevoli incontri, nonostante gli incidenti siano solitamente rari e spesso senza gravi conseguenze. Il WWF, in collaborazione con Agridea – ente della Confederazione responsabile del coordinamento nazionale per la protezione delle greggi – ha perciò realizzato la summenzionata carta interattiva per facilitare le passeggiate degli escursionisti a piedi e in bici. Cliccate sul pin per visualizzare la regione corrispondente. Trovate utili consigli su come comportarvi cliccando nel ulteriori informazioni.

DATTI SUBITO DA FARE

Abbonati alla newsletter del WWF

Sintetica e attuale: le ultimissime del WWF via e-mail. Iscriviti ora!

Diventa fan del WWF su Facebook


Segui il WWF su Twitter

ʺAbbiamo la Terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figliʺ, proverbio indiano.
28 Jun 2015 @WWF_Svizzera

Fai una donazione per la tutela delle foreste

Alpen

La tua offerta al WWF può essere dedotta dalle imposte.