pangolino
Ritorno
28. dicembre 2017

Vincitori e sconfitti nel 2017

Nel 2017, il numero delle specie animali e vegetali minacciate ha raggiunto un nuovo picco. La moria di massa non è solo un fenomeno dei Paesi lontani, ma avviene anche in casa nostra. Il WWF tira le somme e individua i vincitori e gli sconfitti.

Complessivamente, l’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura IUCN ha inserito nella Lista Rossa internazionale e classificato come minacciate circa 25 800 specie animali e vegetali. Si tratta di un nuovo record negativo e riguarda quasi il 30% di tutte le specie esaminate. Operando un confronto, a fine 2016 risultavano a rischio 24 300 specie. La moria di massa si perpetua anche in casa nostra.  Le api stanno silenziosamente scomparendo dai nostri prati e dai nostri campi.  Caccia di frodo, perdita degli habitat, cambiamenti climatici, utilizzo di pesticidi e sfruttamento sistematico delle risorse naturali sono tutti fenomeni che è nostro compito fermare. 

Sconfitti 2017

È stato un anno difficile soprattutto per animali come i pangolini, gli pterigoti o i cavallucci marini, ma anche gli elefanti africani sono tornati di nuovo in pericolo.

Vincitori 2017

Tuttavia non sono mancati i segnali positivi. Gli effettivi di tartarughe marine riprendono a crescere in molte aree, in Cambogia sono stati avvistati nove piccoli di delfino dell’Irrawaddy (orcella), una specie minacciata di estinzione e, nelle regioni del Caucaso, il WWF ha avvistato nuovamente alcuni cuccioli del raro leopardo persiano. 

Cosa puoi fare tu

Cassetta postale rossa

Abbonarsi alla newsletter

Sintetica e attuale: le ultimissime del WWF via e-mail. Iscriviti ora!

Bonobo madre bacia il suo bambino

Iscrizioni adulti

Come socio del WWF entri a far parte della nostra grande rete: oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo sostengono i nostri progetti.