07. ottobre 2018 — Comunicato stampa

Afflusso per la prima mondiale di Pipilotti Rist

Oggi si è svolta a Berna la straordinaria performance “corallina” - unica al mondo - messa in scena da Pipilotti Rist ed il WWF Svizzera. Attraverso questa performance l'artista ha voluto attirare l’attenzione sulla situazione allarmante dei coralli. Circa 500 partecipanti si sono immersi nella piscina Hirschengraben nella coloratissima videoperformance di Rist.

Kunstprojekt: Menschliche Korallen

Con il motto “Save the Corals” Pipilotti Rist insieme al WWF Svizzera hanno invitato a una performance corallina unica al mondo nel cuore di Berna che ha ricevuto molto interesse: circa 500 interessati sono venuti alla piscina Hirschengraben per prendere parte ad una colorata video-performance della visual artist nota a livello internazionale. L’acqua e l’intera piscina sono state illuminate con l’aiuto di vari videoproiettori. I visitatori si sono immersi in un mondo corallino fittizio diventando loro stessi parte integrante dell’opera d'arte. Divisi in coralli e alghe i partecipanti hanno dovuto interagire in simbiosi con degli sconosciuti. I pensieri di Pipilotti Rist al riguardo: «Il mio presentimento si è avverato, la simbiosi e la fiducia sono il nostro desiderio più profondo». Come ricompensa per lo svolgimento del loro compito i partecipanti hanno ricevuto un gioiello in plastica che Pipilottio Rist ha fatto preparare usando relitti trovati sulla spiaggia.

Portare l’attenzione sui coralli
Quando Pipilotti Rist due anni fa si è immersa nelle acque per una produzione video è rimasta scioccata, perché non ha trovato altro che degli scheletri grigi senza vita. La moria dei coralli ha suscitato in lei pensieri, in particolare cosa avrebbe potuto fare per migliorare la situazione. «Elogio tutti coloro che stanno effettuando ricerche e sviluppano delle soluzioni su come fermare la distruzione dei mari e mantenere in vita le barriere coralline del nostro pianeta» afferma Rist. Ha così deciso insieme al WWF di attirare l’attenzione sul problema impellente dei coralli morenti mediante questa performance artistica.

WWF: Allarmante condizione dei coralli
Thomas Vellacott, CEO del WWF Svizzera e sommozzatore appassionato, riesce bene a comprendere la motivazione di Rist. «I coralli hanno bisogno del nostro impegno totale, perché la loro condizione è allarmante e ciò rappresenta una minaccia esistenziale per la biodiversità dei nostri mari» dice Vellacott. «Se grazie alla performance di Pipilottti Rist si richiamerà l’attenzione di molte persone sulla minaccia alla quale sono esposti i coralli, il lavoro del WWF riceverà un sostegno.»

Le barriere coralline occupano solo lo 0,1% degli oceani, ma offrono uno spazio vitale per il 25% dei pesci marini. Il cambiamento climatico, l'acidificazione dei mari, la pesca eccessiva, i metodi distruttivi di pesca e l’inquinamento delle acque hanno messo in pericolo 3/4 di tutte le barriere coralline. A livello mondiale sono stati distrutti già il 50% delle barriere coralline, nei Caraibi persino 80%. Da anni il WWF si impegna per la conservazione delle barriere coralline e per la loro futura sopravvivenza. La cosa più importante è una protezione climatica efficace. Se non riusciremo a contenere il riscaldamento globale ampiamente sotto la soglia dei due gradi centigradi, il 90% delle barriere coralline sarà a rischio di estinzione.

Il WWF ringrazia la città di Berna per aver messo subito a disposizione la piscina Hirschengraben non appena ha saputo dell’evento sui coralli.

A propositi di: Barriere coralline
Circa 850 milioni di persone vivono nel raggio di 100 km dalle barriere coralline, più di 275 milioni nel raggio di 30 km. Molti di loro dipendono fortemente da queste barriere coralline per quanto riguarda i mezzi di sussistenza. Questi ecosistemi offrono ogni anno prodotti e servizi per più di 375 miliardi di Dollari dai quali traggono profitto più di 500 milioni persone. Le barriere coralline proteggono le comunità costiere dalle onde e dalle burrasche - senza di loro circa 200 milioni di persone perderebbero questa preziosa protezione.

La perdita delle barriere comporta inoltre una forte diminuzione della fauna ittica con conseguenze sull’alimentazione, la salute e il sostentamento di molti abitanti delle fasce costiere. La pesca in questo ecosistema genera nel mondo fino a sei milioni di posti di lavoro ed un guadagno di oltre sei miliardi di Dollari. Circa il 30% delle barriere coralline di tutto il pianeta sono di importanza fondamentale per il turismo che a sua volta genera fino a 36 miliardi di Dollari annui.

Contatti:
Susanna Petrone, Responsabile comunicazione WWF Svizzera, 076 552 18 70, susanna.petrone@wwf.ch