Indochinesischer Tiger trinkt Wasser

Habitat per la tigre in Thailandia

Nel mondo sono rimaste solo 3890 tigri allo stato libero. Per garantirne la sopravvivenza è necessario intervenire con urgenza, proteggendo e ampliando il loro habitat. Pertanto il WWF si impegna affinché nel nord-ovest della Thailandia vengano creati e preservati habitat sicuri per la tigre. In questa regione al confine con il Myanmar, infatti, il numero di esemplari è in leggero aumento: un’occasione unica per rafforzare la popolazione.

Potenziare la più grande area protetta per le tigri nel Sud-est asiatico

«I corridoi faunistici che la tigre può percorrere senza alcun rischio, attraversando talvolta i confini thailandesi e arrivando così a popolare nuovi territori nel Myanmar, sono essenziali per la riproduzione di questa specie.»

Calegari

Nella regione nordoccidentale della Thailandia, al confine con il Myanmar, si trovano montagne spettacolari con versanti ripidi e fitte foreste quasi incontaminate. Questo territorio ospita l’area protetta di Umphang, che vanta una superficie di 2600 km2, pari all’incirca a quella del Canton Ticino. La sua posizione isolata la rende particolarmente adatta a preservare la tigre e l’ambiente naturale.

Stando alle immagini catturate dalle videotrappole, le tigri che popolano le foreste thailandesi, ad esempio quelle che vivono nei vicini parchi nazionali di Mae Wong e Khlong Lan, attraversano questa riserva arrivando così fino al Myanmar. L’area protetta di Umphang è quindi un corridoio fondamentale per questa specie.

Secondo le stime, solo ancora 130 tigri vivono nell'area di confine tra Thailandia e Myanmar.

L’area protetta di Umphang fa parte della più grande regione di tutela della tigre del Sud-est asiatico, che copre una superficie totale di circa 178.900 km2. In queste foreste vivono molte altre specie animali minacciate, come l’elefante asiatico, il tapiro asiatico e il leopardo nebuloso. In quest’area, la popolazione di tigri sta lentamente aumentando e molti animali che nascono qui continuano quindi a migrare verso altri territori. Questi spostamenti sono essenziali affinché il possente felino possa sopravvivere nel tempo in Thailandia e nel Myanmar. Anche qui, però, incombe la minaccia del bracconaggio e dei progetti di costruzione di strade che frammenterebbero l’habitat.

Così creiamo aree protette in cui la tigre può vivere al sicuro

Il WWF sostiene tutti i Paesi dove la tigre è più diffusa con l’obiettivo di raddoppiare il numero di esemplari entro il 2022. Per la prima volta dopo 100 anni, abbiamo ottenuto un enorme successo: la popolazione di questa specie è tornata a crescere. Ciononostante le tigri continuano a essere in pericolo ed è importante proteggere più efficacemente il loro habitat in tutti i Paesi in cui vivono. Il progetto di Umphang contribuisce a ottenere questo risultato.

Il WWF opera già da cinque anni nella regione attorno all’area protetta di Umphang. Le sue attività comprendono, tra l’altro, il rafforzamento delle pattuglie antibracconaggio, il monitoraggio delle tigri e delle loro principali prede nonché la trasmissione di conoscenze specialistiche inerenti alla gestione del territorio. Il WWF coinvolge la popolazione locale e favorisce lo scambio di esperienze e opinioni con le autorità amministrative.

Nell’area protetta di Umphang, il WWF intende promuovere la tutela della tigre adottando le seguenti misure:

  • Aiutare un maggior numero di pattuglie antibracconaggio, composte da più elementi meglio addestrati e dotati di un equipaggiamento più idoneo, a contrastare le attività illegali.
  • Installare più videotrappole per raccogliere maggiori informazioni sulle tigri e le loro prede; in tal modo sarà possibile adottare misure di protezione più mirate.
  • Discutere le informazioni ricavate dalle videotrappole e i risultati delle attività legate al progetto con le autorità e la popolazione locale.
  • Analizzare i dati raccolti e condividerli con altri partner in Thailandia e nel Myanmar. Così facendo si promuove la cooperazione sovraregionale e transnazionale.

Cosa puoi fare tu

Per proteggere l’habitat della tigre abbiamo bisogno del tuo sostegno. Aiutaci con una donazione o con l’adozione simbolica di una tigre. La nostra guida ai souvenir ti spiega quali oggetti puoi portare tranquillamente a casa dalle vacanze perché non contribuiscono a distruggere gli habitat e a minacciare specie animali, come la tigre.

Primo piano di tigre di Sumatra

Io aiuto la tigre

CHF La tua donazione
Importo minimo: CHF
Importo massimo: CHF

Grazie alla tua donazione il WWF tutela le foreste della Russia e della regione del Mekong.

pacchetto di adozione della tigre del WWF Svizzera

Adozione di una tigre

Con l'adozione simbolica di una tigre contribuisci a proteggere il suo habitat e ricevi un peluche e una scheda informativa su questo splendido animale.

Ceramiche e ciotole di legno in una bancarella del mercato a Tabarka, in Tunisia.

Guida souvenir

Anche in vacanza è importante fare acquisti nel rispetto della sostenibilità. Scarica l'app Guida WWF e scopri tutti i consigli sull'acquisto dei souvenir.