©
©
gli abitanti del Kenya testare la stufa a legna, Naivasha in Kenya

Le imprese si impegnano volontariamente per la tutela del clima

Prima ridurre, poi compensare. Con questo approccio in due fasi, il WWF collabora con aziende partner per la tutela del clima, ad esempio con Coop. Con un importante impatto positivo per le persone e la natura

Se c'è da compensare, va fatto correttamente

Il WWF sostiene le imprese con le quali ha instaurato una partnership di largo spettro nel loro impegno per la protezione del clima. Tuttavia, ciò avviene solo nell'ottica dell'approccio in due fasi, ovvero un approccio che abbia effetti positivi sul clima: innanzitutto è necessario evitare e ridurre le emissioni. In seguito, sarà possibile compensare le restanti emissioni, già ridotte al mimino.

I progetti di compensazione svolgono un ruolo fondamentale nella lotta al cambiamento climatico, generano un valore aggiunto per le persone e per la biodiversità e coinvolgono tutte le principali parti interessate in loco. I progetti soddisfano i severi criteri «Gold Standard for the Global Goals» o sono prossimi ad ottenere la certificazione (best in class tra gli standard per i progetti di compensazione) e vengono verificati regolarmente da terzi parti indipendenti.

La protezione del clima ha ripercussioni positive sulle persone e sull'ambiente

Il WWF sostiene la com-pensazione dei gas serra solo se ciò ha un effetto positivo verificabile sul clima, sulla popolazione locale e sulla biodiver-sità. Inoltre, la compen-sazione non basta: deve sempre essere accom-pagnata da un’ambiziosa riduzione delle emissioni di CO2. Questo è il fulcro dell’impegno con Coop

©
Katrin Oswald

Coop e WWF hanno instaurato una partnership strategica dal 2006 per la promozione globale della sostenibilità, ad es. in materia di clima. Coop si prefigge di dimezzare le emissioni aziendali (rispetto al 2008) entro il 2023. Ad oggi la riduzione è del 33%.

Inoltre, dal 2007 Coop si impegna a evitare, ridurre e compensare volontariamente le emissioni di CO2 generate dal trasporto aereo delle merci (quota più consistente), dalle consegne coop@home e dai viaggi d'affari. A questo proposito, nel 2007 Coop e WWF hanno sviluppato un accordo pioneristico a favore del clima che soddisfa i severi requisiti del WWF.

L'efficacia di questo impegno è resa evidente, innanzitutto, dalla riduzione assoluta delle emissioni di CO2 dei trasporti aerei del 13% (rispetto al 2008). I costi della compensazione aerea sono a carico di Coop. Coop contrassegna con il logo «by air» le merci che continuano ad essere importate per via aerea.

Inoltre, i progetti di compensazione generano un valore aggiunto per il clima, le persone e la natura. Alla fine del 2019, complessivamente, è stato possibile:

  • evitare 393'409 tonnellate di gas serra.
  • migliorare le condizioni di vita di 461'465 persone: Ciò si traduce ad esempio in accesso all'acqua potabile, abbassamento dei costi energetici o miglior qualità dell'aria all'interno degli ambienti.
  • rimboschire 2'143 ettari o ridurre la deforestazione.

I progetti sono verificati regolarmente da parti indipendenti, vengono certificati secondo i criteri «Gold Standard» o sono in procinto di ottenere tale certificazione.

L'impatto complessivo dei fondi finora investiti nei progetti può essere monetizzato per mezzo degli indicatori del Fondo monetario internazionale e «Gold Standard». Grazie ai 22 milioni di franchi investiti da Coop fino al 2019, Coop e WWF potranno raggiungere i seguenti obiettivi entro il termine del progetto:

  • 717’458 tonnellate di CO2 in meno
  • 105.7 milioni di franchi costi per i danni climatici evitati
  • 38.1 milioni di franchi di valore aggiunto per la biodiversità
  • 26.4 milioni di franchi di valore aggiunto generato a favore di migliori condizioni di vita
  • 24.7 milioni di franchi costi sanitari evitati
  • 194.9 milioni di franchi in TOTALE di valore aggiunto

Effetti pioneristici e a lungo termine

Coop e WWF lavorano assiduamente per potenziare il loro impegno congiunto. Nel 2011 hanno progettato insieme la strategia di insetting. Da allora nelle catene di distribuzione Coop vengono sviluppati esclusivamente progetti di tutela del clima. In particolare, questi progetti vengono attuati nelle regioni di coltivazione di prodotti quali caffè, cacao, riso o fiori recisi che in seguito arriveranno sugli scaffali Coop. Ove possibile, questi prodotti sono certificati Fairtrade e Bio. Gli investimenti e il valore aggiunto dei progetti vanno a diretto beneficio dei produttori che riforniscono Coop.

Il primo progetto di insetting avviato da WWF e Coop nel 2011 è ancora oggi avanguardistico. Esige capacità innovativa e una prospettiva a lungo termine da entrambe le parti. Lo sviluppo pluriennale del progetto è interamente prefinanziato da Coop. L'impegno volontario a favore del clima di Coop e WWF proseguirà almeno fino al 2024.

Coop-WWF Insetting

Biogas India

Lampade Madagascar

Imboschimento Honduras

Imboschimento Kenya

Agroforesteria Ghana

Forni da cucina Kenya

Forni di cottura Cina

Forni da cucina Kenya

Imboschimento Ecuador

Filtro per acqua Tanzania