©
©
Frau flickt Fischernetz im Licht einer Solarlampe. Barefoot College Madagaskar

Madagascar: energia solare grazie al Barefoot College

Presso il Barefoot College in Madagascar, le donne seguono una formazione per diventare ingegnere solari. Il progetto sostenuto dal WWF consente alle popolazioni delle regioni rurali del Madagascar accesso all'elettricità proveniente da fonti rinnovabili.

Il Madagascar è uno dei Paesi più ricchi di specie e più soleggiati al mondo. Purtroppo, l’incremento delle temperature ne minaccia il 25% della biodiversità, anche se il riscaldamento globale potrebbe venire limitato a meno di 2 gradi. 

Qui vivono circa 30 milioni di persone, ma solo il 20% ha accesso all'elettricità, percentuale che scende addirittura al 5% nelle zone rurali. Nelle zone remote del Paese con il concetto di «illuminazione» s’intende ancora oggi l’utilizzo di torce elettriche oppure di tremolanti e fuligginose lampade a cherosene dalle sei di sera: una luce insufficiente per leggere o fare i compiti. Le lampade a cherosene e le batterie sono costose e rappresentano circa il 15-20% delle spese stimate per le famiglie; inoltre, causano emissioni di CO2 e creano anche fuliggine, particolarmente dannosa per la salute. Entrambe le tipologie di emissioni contribuiscono significativamente al riscaldamento climatico.

©
Baobab Bäume im Sonnenuntergang in Madagaskar
©
Curious Sifaka on Tree in Madagascar

Il Madagascar è una delle regioni più soleggiate e ricche di biodiversità del mondo.

Le donne: motori del cambiamento

Il progetto del WWF «Rafforzare le donne grazie al solare e all'acqua pulita» sfrutta il potenziale del Madagascar per generare energia sostenibile. In tale contesto, si istruiscono donne adulte provenienti dalle zone rurali presso il Barefoot College, rendendole ingegnere solari. La maggior parte delle donne è analfabeta e apprende pertanto la tecnologia per mezzo di immagini pratiche. Queste donne hanno un’età compresa tra i 35 e i 55 anni, sono madri o addirittura già nonne, e quindi ben radicate nei rispettivi villaggi d'origine. Terminata la formazione, rientrano nelle rispettive regioni per introdurre, ad esempio, l'energia solare nei villaggi, rifornendoli di elettricità.

L'arrivo della luce elettrica stimola lo sviluppo dei villaggi: i bambini che frequentano la scuola possono fare i compiti dopo il tramonto, e in generale la vita dell’intera popolazione del villaggio si modernizza grazie all'elettricità. Emergono anche nuove idee di business, come ad esempio le bancarelle di cibo, e gli abitanti del villaggio possono caricare i cellulari e comunicare più facilmente con il mondo esterno e i villaggi vicini. I tal modo nelle regioni remote si verifica un cambiamento sociale ed economico.

©
Schulkind in Madagaskar macht im Licht einer Solarlampe Hausaufgaben

La nipote dell'ingegnera solare Yollande Randrianambinina fa i compiti alla luce di una lampada solare.

L’idea del Barefoot College viene dall'India, dove dal 1989 esiste un centro di formazione per donne di tutto il mondo. Dal 2019 esiste anche un centro di formazione in Madagascar.

Queste donne portano a termine due programmi di formazione complementari in quattro mesi, divenendo così motori del cambiamento: si tratta (1) di un corso sull'energia solare, che insegna loro come installare, riparare e mantenere gli impianti solari, e (2) di un corso «Enriche», che veicola le basi in materia di diritti umani, pratiche agricole ecologiche nonché i rudimenti della gestione finanziaria per la creazione di microimprese. 

Inoltre, il WWF si concentra su misure supplementari volte al rafforzamento della resilienza dei villaggi. Ciò avviene stabilizzando l’approvvigionamento elettrico per scopi produttivi, quali ad esempio macchine per il ghiaccio per la conservazione del pesce oppure pompe solari per l'irrigazione.  

©
Solaringenieurinnen des Barefoot College reparieren Solarlampen in Madagaskar
©
Solaringenieurinnen des Barefoot College reparieren Solarlampen in Madagaskar

Le ingegneri solari del Barefoot College riparano le lampade solari.

Il nostro obiettivo: energia solare per 630 000 famiglie

Il nostro obiettivo di progetto: raggiungere entro il 2035 un totale di circa 740 donne formate per essere ingegnere solari in Madagascar, le quali garantiranno l’erogazione di energia solare a 630 000 famiglie rurali. In tal modo, si migliorano le condizioni di vita di queste persone e al contempo si proteggono clima e foreste.

©
Solaringenieurin Kingaline aus Madagaskar ist Absolventin des Barefoot College.

L'ingegnera solare Kingaline è uno dei primi laureati del Barefoot College.

Cosa puoi fare

La crisi climatica sta mettendo a rischio l'equilibrio della natura in tutto il mondo. Sostieni il nostro operato con una donazione a favore di un'efficace tutela del clima, come presso il «Barefoot College» in Madagascar.

  • La tua donazione sostiene, ad esempio, la formazione delle donne come ingegnere solari. 
  • Con la tua donazione supporti, ad esempio, il rafforzamento e l'accesso alle energie rinnovabili.
  • Con la tua donazione possiamo, ad esempio, attuare obiettivi climatici misurabili ed efficaci, insieme alle imprese, attraverso l'iniziativa Science Based Targets, adoperandoci così per un'economia rispettosa del clima.
©
Jaguar nella giungla

Donazioni

Grazie alla tua donazione il WWF si impegna in oltre 1300 progetti per la tutela globale del clima e dell'ambiente.

©
Panda appollaiato sull'albero

Iscriversi al WWF

Come socio del WWF entri a far parte della nostra grande rete: oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo sostengono i nostri progetti.

Questo progetto è sostenuto dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) con contributi del programma.