panorama alpino

Ripulire le foreste incrementa la biodiversità nelle Alpi

Nelle Alpi, il WWF si impegna a favore delle foreste viventi. In collaborazione con gli agricoltori e i guardaboschi locali, ripulisce le foreste e crea dei passaggi tra gli habitat naturali.

Specie minacciate nella regione alpina

Il 39 % delle specie vegetali europee cresce sulle Alpi.

Orchidee nel Gruppo del Churfisten, galli cedroni in Engadina, piante rare nel Canton Ticino: la regione alpina con i suoi pendii, le sue foreste e le sue torbiere, è una tra le più importanti per la biodiversità a livello mondiale. Il WWF, in collaborazione con i ricercatori, ha identificato le 24 regioni prioritarie nelle Alpi. Insieme ai partner locali, si impegna a salvaguardare la biodiversità in queste aree.

A tal fine, il WWF sostiene i progetti per la cura e il rimboschimento delle foreste. Collabora con gli agricoltori e i guardaboschi, ancorando così i progetti nelle realtà locali. Il WWF è attivo con i suoi progetti per le foreste nel distretto di Sarganserland, nel Sottoceneri e nella Bassa Engadina.

Le specie amanti del sole nel Gruppo del Churfirsten

Il favonio e i ripidi pendii soleggiati del versante meridionale del Churfirsten, offrono le condizioni ideali alle piante e agli animali amanti del calore, i quali non troverebbero altrimenti habitat adatti a nord delle Alpi. L’area in questione è in forte pendenza, pertanto non viene utilizzata per la coltivazione tradizionale. Di conseguenza, il prezioso mosaico di prati e foreste scompare poco a poco, e con esso anche le piante e gli animali bisognosi di calore.

Il WWF, in collaborazione con i servizi forestali locali, si è impegnato a ripulire i prati ricoperti di vegetazione. Grazie a questa azione, orchidee, farfalle e ortotteri ritrovano delle condizioni di vita migliori.

Nahaufnahme eines Türkenbundes
Nahaufnahme eines Frauenschuhs
Nahaufnahme eines Männertreu

Delicate orchidee alpine: giglio martagone, scarpetta di Venere e lobelia

Un biotopo per il Sottoceneri

Nel Sottoceneri i pendii sono ricoperti da foresta. La valle, al contrario, è caratterizzata da insediamenti e agricoltura intensiva, con una carenza di punti di passaggio fondamentali per le specie forestali. Dei cosiddetti biotopi di transizione, sono quindi necessari per collegare i boschi con le superfici coltivate.

Nel 2016, il WWF, in collaborazione con l’Azienda agraria cantonale di Mezzana, ha piantato 700 metri di siepi. Quest’ultime fungono non solo da corridoio faunistico e biotopo di transizione, ma vengono utilizzate anche a fini didattici per il centro di formazione professionale locale.

Sicht über die Magliasina auf Dörfer in den Hügeln des Tessins

La Magliasina scorre attraverso una rara porzione di foresta nel Sottoceneri

Un rifugio sicuro per gli urogalli impauriti

Gli urogalli, o galli cedroni, sono sensibili ai rumori e agli elementi di disturbo nel loro ambiente, pertanto hanno bisogno di luoghi tranquilli. L’Engadina è abitata da un’importante popolazione di urogalli.

Il WWF, in collaborazione con i servizi forestali locali e i volontari, si è attivato per lo sfoltimento e la miglioria delle strutture forestali della Bassa Engadina. Grazie a questo intervento, due popolazioni finora separate si possono riunire. Al fine di custodire questo tesoro faunistico, il WWF ha informato anche la popolazione locale e i visitatori.

Ein Auerhahn im Wald
Kaisermantel auf einer Blume
Tagfalter auf einem Blatt

Le foreste ripulite sono l’habitat dell’urogallo, della pafia e di altre farfalle

Cosa puoi fare tu

Le Alpi sono tasselli fondamentali nel mosaico dell’ecosistema svizzero. Il WWF ha bisogno del tuo aiuto per poter continuare a impegnarsi a favore della biodiversità sia con progetti sul territorio che a livello politico. Sostienici con una donazione per le Alpi. Iscriviti al WWF e lancia un segnale. Oppure sostieni gli agricoltori delle zone montane partecipando a un’azione di volontariato.

Bonobo madre bacia il suo bambino

Iscrizioni adulti

Come socio del WWF entri a far parte della nostra grande rete: oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo sostengono i nostri progetti.

Marmotta nel Parco Nazionale degli Alti Tauri, Austria

Io proteggo le Alpi

Le Alpi sono un gioiello della natura dalle mille sfaccettature. Proteggendole facciamo sì che questa ricchezza non venga depredata dall’azione dell’uomo.

I volontari della sezione WWF di San Gallo aiuto su Brändliberg, San Gallo, Svizzera

Volontariato

Impegnati attivamente a favore della natura e dell'ambiente scegliendo fra diverse azioni di volontariato.