©
©
Im und um den Fluss bietet der Beverin vielen Tieren und Pflanzen einen Lebensraum
Beverin

Una delle nostre perle d’acqua

Beverin - una perla dalla sorgente alla foce

Un'escursione lungo il primo «Wild River» della Svizzera e l'incontro con una perla d'acqua.

Consigli per l’escursione

Questa sfaccettata escursione lungo uno degli ultimi fiumi naturali dell'Engadina si gode al meglio in due giorni di percorso, pernottando nel rifugio CAS situato alla massima altitudine dei Grigioni: lo Jenatsch.

Dal punto di partenza presso la stazione di Spinas non dovrai fare altro che seguire il corso del Beverin. Lungo i sinuosi meandri ancora dolci fino alle profonde gole, giungerai al rifugio Jenatsch. Il bacino sorgentifero del Beverin è situato poco più a nord e a sud del rifugio, attorno al Piz d'Err e al Piz d'Agnel. Superato di poco il rifugio CAS, si attraversa l'Ova d'Err e, percorrendo la Val Traunter Ovas, si giunge sulla Fuorcla Suvretta, il punto più alto dell'escursione. Da qui si scende lungo l'Ova da Suvretta fino a Champfèr. Da Champfèr partono regolarmente gli autobus per St. Moritz.

In alternativa, l'escursione può anche concludersi alla stazione a monte della funivia Signalbahn, con cui è possibile raggiungere direttamente St. Moritz Bad.

Il fiume

Il Beverin, dalla sua sorgente fino alla foce dell'Inn, è una vera e propria perla d'acqua. Lungo quasi tutto il corso del fiume si trovano specie appartenenti alla lista rossa: nella tratta alpina vivono ad esempio la trota fario e il plecottero. Anche il corso inferiore offre un habitat ideale per diverse specie: l'estuario del fiume Inn è stato rivitalizzato ed è parte di una golena di rilievo nazionale. Tra le creature che qui è possibile osservare vi sono il piro-piro piccolo, il corriere piccolo e altre specie di uccelli rari.

Sapevi che...

... il Beverin è il primo fiume in Svizzera ad essere certificato come «Wild River»? È l'organizzazione «European Rivers Network» ad assegnare questo marchio, destinato esclusivamente ai fiumi per lo più incontaminati.

Cos'altro puoi fare tu

Aiutaci con una donazione per le Alpi svizzere, affinché la natura non si impoverisca a causa dello sfruttamento umano. Oppure diventa socio del WWF e aiutaci nel nostro lavoro per un futuro sostenibile.

©
Marmotta nel Parco Nazionale degli Alti Tauri, Austria

Io proteggo le Alpi

Le Alpi sono un gioiello della natura dalle mille sfaccettature. Proteggendole facciamo sì che questa ricchezza non venga depredata dall’azione dell’uomo.

©
Bonobo madre bacia il suo bambino

Iscriversi al WWF

Come socio del WWF entri a far parte della nostra grande rete: oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo sostengono i nostri progetti.