©
©
Eine Frau giesst ein Feld in Kenya
Ritorno
05 maggio 2020

Protezione volontaria del clima con Coop

Come si configura esattamente la collaborazione tra WWF e Coop in materia di clima? Che ruolo ha Coop? Katrin Oswald, Senior Manager Sustainable Markets del WWF Svizzera, ci spiega come funziona.

Con questi progetti di protezione del clima, Coop non solo contribuisce alla tutela del clima, ma apporta anche un valore aggiunto alle persone e alla natura in loco.

©
Katrin Oswald

Perché il WWF collabora con Coop?
A nostro parere serve l'aiuto di tutti: economia, politica e popolazione. Possiamo combattere la distruzione ambientale del nostro pianeta solo se agiamo uniti. Per questo motivo lavoriamo con imprese selezionate, che vengono responsabilizzate. Insieme definiamo obiettivi ambiziosi, puntando sempre a ridurre l'impatto ambientale in tutta la catena del valore.
I grandi rivenditori al dettaglio come Coop, con il loro assortimento, sostanzialmente determinano quali prodotti vengono venduti in Svizzera. Se riusciamo a rendere il loro assortimento più ecologico, potremmo raggiungere molti consumatori svizzeri e produrre un effetto positivo sull'ambiente. È per questo che dal 2006 abbiamo instaurato una partnership a tutto spettro con Coop.

In che modo Coop riduce la sua impronta ecologica?
Coop si impegna su vari livelli al fine di ridurre la sua impronta ecologica. Coop intende dimezzare le emissioni aziendali di CO2 entro il 2023 (rispetto al 2008) indipendentemente dalla crescita. Ad oggi la riduzione è del 33%.
Inoltre, Coop si prefigge l'obiettivo di evitare, ove possibile, e ridurre le emissioni di CO2 dovute dall'aerotrasporto di prodotti (quota più consistente), dalle consegne coop@home e dai viaggi d'affari. Alla fine del 2019, ciò ha determinato una riduzione assoluta delle emissioni di CO2 dei trasporti aerei del 13% (rispetto al 2008). In ultimo, le emissioni rimanenti vengono compensate attraverso i cosiddetti progetti di insetting realizzati in cooperazione con il WWF.

Come si configura la collaborazione?
Dal 2007 WWF e Coop attuano programmi congiunti al fine di promuovere la compensazione. Questi vengono collocati in maniera esclusiva nelle catene di distribuzione Coop dal 2011. Tali «Progetti di insetting» vengono attuati nelle regioni di coltivazione di prodotti quali caffè, cacao, riso o fiori recisi che in seguito arriveranno sugli scaffali Coop. Ove possibile, questi prodotti sono certificati Fairtrade e Bio. Lo sviluppo pluriennale dei progetti per la protezione del clima è interamente prefinanziato da Coop e gli investimenti vanno a diretto beneficio dei produttori che riforniscono Coop. Tutti i progetti soddisfano i severi requisiti Gold Standard e vengono verificati regolarmente da terze parti indipendenti.
Con questi progetti di compensazione, Coop non solo contribuisce alla tutela del clima, ma apporta anche un valore aggiunto alle persone e alla natura in loco.

Vale a dire che anche le persone traggono beneficio da questi progetti per il clima? In che misura?
Un esempio: Coop importa una parte delle sue rose dal Kenya. Queste vengono coltivate nella regione intorno al lago Naivasha. In questo progetto, Coop e WWF sottopongono le aree abbandonate a opere di rimboschimento. Ciò contribuisce a tutelare il clima, riduce l'erosione del suolo e migliora la fertilità del terreno. Allo stesso tempo, consente di migliorare la qualità dell'acqua, poiché diminuisce la terra riversata nel lago a causa delle precipitazioni. Ciò va a vantaggio dei produttori di rose ma anche dell'intera popolazione della regione.
Il manager di un vivaio ci ha raccontato che grazie al progetto il suo reddito è aumentato e, di conseguenza, ha potuto mandare i suoi figli a scuola. Queste storie mi commuovono. L'impegno per il clima ha effetti che vanno ben oltre la semplice tutela del clima.

Cosa fa il WWF stesso per minimizzare l'impronta ecologica?
Anche il WWF evita le emissioni il più possibile, sia a livello aziendale che operativo. Per fare alcuni esempi: nella sede centrale del WWF usiamo un sistema di riscaldamento a pellet, riduciamo al minimo il consumo di carta e ci incontriamo virtualmente invece di viaggiare. Tuttavia, talvolta è necessario incontrarsi di persona; in questi casi, se si tratta di viaggi in Europa e al di sotto delle 12 ore di viaggio, prendiamo il treno. I tragitti aerei a lungo raggio devono essere sempre approvati da un superiore. Compensiamo la maggior parte del materiale stampato e dei viaggi aerei con i nostri progetti in collaborazione con myclimate.

Come proseguirà la collaborazione tra WWF e Coop in futuro?
L'ampia partnership tra WWF e Coop e l'impegno volontario a favore del clima proseguirà almeno fino al 2024. Attualmente stiamo elaborando un nuovo progetto per la protezione del clima in una catena di distribuzione Coop che possa rispondere alle elevate esigenze di tutti i partner coinvolti e abbia un impatto positivo determinante sulla popolazione locale, sulla biodiversità e sul clima. Non vedo l'ora di vederlo realizzato.

Protezione volontaria del clima

Clicca qui per l'impegno insetticida di WWF e Coop.

Cos’altro puoi fare tu

Come socio del WWF dai il tuo contributo all'opera di tutela dell'ambiente e delle specie o calcola la tua impronta ecologica.

©
Bonobo madre bacia il suo bambino

Iscriversi al WWF

Come socio del WWF entri a far parte della nostra grande rete: oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo sostengono i nostri progetti.

©
Sole tramonta dietro la terra sotto

Calcolatore dell'impronta ecologica

Calcola la tua impronta ecologica e lasciati ispirare dai nostri consigli pratici.