©
Fischschwarm

Guida Pesci e frutti di mare

Consigli per un consumo sostenibile

Tutta l'acquacoltura e la pesca hanno un impatto sull'ambiente. Riduciamo lo sfruttamento degli oceani mangiando pesce e frutti di mare in modo responsabile. 

1. Mangia con moderazione

Mangia il pesce solo come prelibatezza occasionale. 

2. Guida Pesci e frutti di mare

Optare per prodotti più ecologici, contrassegnati in verde nella nostra guida. 

3. L'etichetta ecologica

Cercare certificati di qualità ecologica credibili (Bio, ASC, MSC).

Come si determinano le valutazioni? In cosa consiste il sistema a semaforo? Trovi le risposte alle domande più frequenti nelle nostre FAQ sulla Guida Pesci e frutti di mare.

Spesso prendere una decisione rapida ed ecologicamente responsabile risulta difficoltoso. Nella nostra sito web «Godersi il pesce in modo ecologico» troverete dei consigli pratici per il quotidiano su come scegliere i prodotti ittici nel rispetto dell'ambiente.

Ritorno
©

Ostrica

Crassostrea spp., Ostrea edulis
Da preferire
  • In tutto il mondo
    Acquacoltura : in sospensione, sul fondo

Biologia

L'ostrica del Pacifico (Crassostrea gigas) è una specie esotica invasiva in Europa. Si insedia nelle zone intertidali dell'Atlantico che si prosciugano durante la bassa marea. Predilige fondali solidi e si posa su rocce, detriti o altri gusci d'ostrica a profondità comprese tra i 5 e i 40 metri. Può trovarsi anche su fondali sabbiosi o fangosi. In Europa, l'ostrica del Pacifico viene impiegata dal 1960 nell'acquacoltura e da allora si è ampiamente diffusa lungo le coste. È in grado di adattarsi rapidamente ai cambiamenti ambientali e di sopportare temperature comprese tra meno di zero e più di 30 gradi Celsius. L'ostrica del Pacifico cresce velocemente formando fitte popolazioni ed entra in competizione per lo spazio e il cibo con le specie native. Avendo anche introdotto parassiti e malattie esotiche dei molluschi, le viene imputato il collasso delle popolazioni dell'ostrica Europea (Ostrea edulis).

Ritorno