centrale idroelettrica in Svizzera

Energia idroelettrica

L’energia idroelettrica non è sempre e comunque «verde» o «ecologica»: spesso, infatti, arreca gravi danni agli equilibri naturali dei corsi d’acqua. Ecco perché il WWF si adopera a favore di un utilizzo più sostenibile e attento della forza idrica.

L’energia idroelettrica in Svizzera

Utilizzo dell’energia idroelettrica in Svizzera

Genutztes Potenzial95%
Nicht genutztes Potenzial5%

Il livello di sfruttamento dell’energia idroelettrica è straordinariamente elevato in Svizzera rispetto al resto del mondo. Oltre il 95% del potenziale è già utilizzato.

La particolare conformazione topografica e l’elevato numero di corsi d’acqua che caratterizzano il territorio elvetico rappresentano condizioni ideali per la produzione di corrente attraverso centrali idroelettriche. Non a caso, il livello di utilizzo di questa fonte energetica è straordinariamente elevato in Svizzera rispetto al resto del mondo. Non sempre, però, «idroelettrico» è sinonimo di «ecologico». Secondo gli esperti, il sovrasfruttamento dei corsi d’acqua per la produzione di elettricità rappresenta una delle minacce più gravi per i nostri ecosistemi acquatici. Molti fiumi e torrenti vengono deviati in cunicoli bui, bloccati con dighe o sbarramenti oppure flagellati da vere e proprie inondazioni. Spesso gli impianti più datati sono privi di qualsiasi infrastruttura che limiti il loro impatto ambientale, e non preservano nemmeno le funzioni primarie che un corso d’acqua dovrebbe poter svolgere. Se i torrenti vengono completamente prosciugati, ad esempio, i pesci non possono portare a termine i loro percorsi migratori. Oltre 2700 km di fiumi svizzeri sono in secca o hanno una portata d’acqua ridottissima. Le conseguenze sul piano ecologico? Circa il 60 per cento delle specie autoctone di pesci e gamberi sono a rischio di estinzione o già estinte.

Altro aspetto su cui riflettere: oltre il 95 per cento del potenziale utilizzabile per la produzione di energia idroelettrica in Svizzera è già sfruttato, e in una maniera che supera i limiti della tollerabilità ecologica.

Ormai sono ben pochi i corsi d’acqua naturali che possono scorrere liberamente. E purtroppo anche questi sono in pericolo: potrebbero essere deturpati da centinaia di nuove centrali idroelettriche già progettate, in molti casi piccoli impianti la cui costruzione è promossa dalla Confederazione, che andrebbero a distruggere gli ecosistemi di torrenti e fiumi finora incontaminati per qualche misero chilowatt di energia idroelettrica in più. Il WWF si impegna per difendere gli ultimi corsi d’acqua intatti della Svizzera: chiediamo che l’espansione del settore idroelettrico si concentri sull’ottimizzazione degli impianti esistenti.

Per centrali idroelettriche rispettose dell’ambiente

«Lo sfruttamento degli ultimi corsi d’acqua incontaminati non darà comunque un contributo determinante alla svolta energetica: in questo caso la tutela della biodiversità e del paesaggio vengono prima!»

Ormai sono ben pochi i fiumi e torrenti naturali che possono scorrere liberamente. Essi svolgono funzioni importanti per l’uomo: forniscono acqua potabile e rendono possibile l’irrigazione dei campi e la depurazione delle acque. Inoltre, costituiscono habitat importanti per varie specie animali e vegetali. Il WWF Svizzera intende preservare questi ultimi corsi d’acqua incontaminati da ulteriori interventi di sfruttamento. Ci impegniamo per migliorare le normative vigenti in materia e facciamo valere il diritto di ricorso delle associazioni per impedire la realizzazione di progetti particolarmente dannosi in zone di grande valore naturalistico.

In collaborazione con vari partner, il WWF Svizzera elabora soluzioni per un approvvigionamento energetico sostenibile che punti in primo luogo sull’efficienza e su potenziali ancora poco sfruttati, come ad esempio il fotovoltaico, in modo che le ultime perle d’acqua ancora intatte non vengano distrutte per pochi chilowatt di elettricità in più. L’espansione del comparto idroelettrico dovrebbe focalizzarsi principalmente sull’ottimizzazione degli impianti esistenti.

Per porre un freno alla rapida e ingente perdita di biodiversità in termini di habitat e di specie, nei corsi d’acqua e nelle rispettive adiacenze, è necessario intervenire con urgenza migliorando le condizioni di questi ecosistemi. Insieme ad alcuni partner, il WWF si è impegnato con successo affinché la legge federale sulla protezione delle acque venisse modificata: dal 2011 essa obbliga le autorità competenti e i gestori delle centrali a contenere entro un livello accettabile l’impatto dell’utilizzo dell’energia idraulica sui corsi d’acqua. I deflussi residuali dovrebbero essere adeguatamente calibrati, i deflussi discontinui andrebbero limitati, la migrazione dei pesci dovrebbe essere garantita e gli ostacoli al trasporto dei materiali detritici andrebbero rimossi.

Il WWF Svizzera si adopera per un risanamento ecologico sistematico degli impianti idroelettrici esistenti. Sulla base di informazioni circa le condizioni di fiumi e ruscelli e lo stato dei risanamenti, indica quali bacini idrografici e corsi d’acqua necessitano di interventi con maggiore urgenza. Conduce trattative con i gestori degli impianti e le autorità competenti per definire le misure da attuare, la loro entità e le relative tempistiche. Laddove i requisiti di legge non sono rispettati, esercita il diritto di ricorso delle associazioni, in modo da tutelare gli interessi di tutti i cittadini a livello di protezione della natura e delle acque.

Cosa puoi fare tu

Punta sull’energia ecologica: solo il marchio naturemade star garantisce in Svizzera la produzione di energia idroelettrica nel pieno rispetto dell’ambiente. Iscrivendoti al WWF sostieni ancora di più il nostro lavoro a livello politico. E impegnandoti come volontario nell’iniziativa Riverwatch puoi contribuire in prima persona alla tutela dei nostri corsi d’acqua.

Bonobo madre bacia il suo bambino

Iscrizioni adulti

Come socio del WWF entri a far parte della nostra grande rete: oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo sostengono i nostri progetti.

I volontari della sezione WWF di San Gallo aiuto su Brändliberg, San Gallo, Svizzera

Volontariato

Impegnati attivamente a favore della natura e dell'ambiente scegliendo fra diverse azioni di volontariato.