©
©
pannelli solari installati sul tetto

Energia solare

L'energia solare supera di gran lunga il fabbisogno energetico dell'intera umanità, è ecologica e inesauribile. Il WWF è convinto che valga la pena investire in questo tipo di energia e si impegna a livello politico affinché siano definite condizioni quadro ottimali.

Ecologica e inesauribile

L'energia solare, una storia di successo: già dal 2007 la potenza elettrica prodotta da celle solari nel mondo è superiore a quella generata dalle centrali nucleari. Da allora la potenza solare installata è aumentata di 60 volte. Oltre a essere inesauribile ed ecologica, l'energia solare è una componente importante dell'approvvigionamento elettrico futuro della Svizzera e a livello globale. Oggi, nel nostro paese l’energia prodotta dal solare è ancora esigua rispetto a quella di stati precursori come la Germania e l’Italia. La quantità di elettricità consumata a livello nazionale si attesta ad oggi (2016) al 2,3% circa. Tuttavia, secondo studi condotti dal WWF, questa fonte energetica offre un potenziale notevole: entro il 2035 è realistico prevedere un incremento dagli attuali 1,3 a 15,3 terawattora (TWh).

Attualmente, in Svizzera, la corrente prodotta sfruttando l'energia solare è esigua in confronto con altri paesi. Il potenziale, però, è notevole.

Corrente anche d'inverno

Resa del fotovoltaico

kWh al mese in Winterthur
kWh al mese a Jeizinen

Produzione di elettricità prevista per un impianto fotovoltaico con una potenza di un kilowatt peak (kWp) nell'Altopiano (Winterthur) con un'inclinazione di 33° e un impianto identico nelle Alpi (a Jeizinen, nel Vallese) a un'altitudine di 2300 m con un'inclinazione di 58°. La produzione totale nell'Altopiano ammonta a 940 chilowattora (kWh) l’anno. Nelle Alpi, con 1320 kWh l’anno, risulta superiore del 40%. La produzione dell’impianto alpino nei mesi da ottobre ad aprile è notevolmente elevata. Le cifre risalgono al 2011, tuttavia ad oggi i valori reali sono probabilmente più alti per via dell’accresciuta efficienza dei moduli moderni. I rapporti tra i rendimenti continuano però ad essere corretti.

In Svizzera è possibile produrre circa 1000 chilowattora (kWh) di energia solare l’anno per metro quadrato. L’irraggiamento solare medio in Svizzera offre addirittura condizioni migliori per il fotovoltaico rispetto alla Germania, dove questo settore prospera da anni. Sulle Alpi si raggiungono addirittura livelli paragonabili a quelli spagnoli, con una produzione fino a 1600 kWh/m². Le Alpi non vantano solo valori di irraggiamento particolarmente elevati, ma garantiscono anche ottime rese in inverno: mentre nel semestre invernale gli impianti fotovoltaici installati nell'Altopiano producono metà dell'energia rispetto all'estate, nell'arco alpino l’elettricità generata nelle due stagioni si equivale. L’energia per l'inverno, particolarmente preziosa, è erogata dagli impianti orientati a est e a ovest nonché dai moduli installati in verticale, come ad es. sulle facciate.

Calore solare per riscaldare gli edifici e produrre acqua calda

Gli impianti solari termici non producono corrente, bensì calore utile per soddisfare il fabbisogno legato al riscaldamento e all'acqua calda degli edifici, per processi industriali o per reti di teleriscaldamento a corto raggio. Dato che attualmente in Svizzera ancora buona parte degli edifici viene riscaldata con combustibili fossili dannosi per l'ambiente, come olio combustibile e gas naturale, il solare termico può fornire un contributo prezioso alla tutela del clima: ogni casa unifamiliare che in futuro disporrà di un impianto che preveda ad esempio la combinazione di caldaia a legna e collettori solari, anziché di un riscaldamento a gasolio, ridurrà le proprie emissioni di CO2 di oltre quattro tonnellate l'anno. Nei nuovi edifici efficienti, il solare termico è in grado di soddisfare in toto il fabbisogno energetico per il riscaldamento.

Oltre ad avere una resa elevata, l'energia solare offre anche altri vantaggi. Se gli impianti vengono installati sugli edifici, non sono quasi necessari interventi sul paesaggio: la tutela dell'ambiente e delle specie risultano garantite. Inoltre, grazie alle celle solari quasi ogni proprietario di casa può trasformarsi in produttore di energia. E, non da ultimo, in fase di funzionamento degli impianti non vengono emesse sostanze nocive per l'atmosfera né CO2.

©
ristrutturazione edilizia e installazione sistema solare. Corso di specializzazione: Solar.
©
ristrutturazione edilizia e installazione sistema solare. Corso di specializzazione: Solar.
©
ristrutturazione edilizia e installazione sistema solare. Corso di specializzazione: Solar.

Alcuni operai installano un impianto solare sopra il tetto di una casa unifamiliare

Utilizzo del parco edifici, non delle aree verdi

«Circa un terzo dell'attuale consumo di corrente elettrica della Svizzera potrebbe essere coperto tranquillamente dall'energia solare.»

Nel 2017, l'azienda Meteotest ha analizzato le superfici dei tetti e delle facciate adatte alla produzione di energia solare in Svizzera e ha calcolato un potenziale annuo di circa 10 TWh di energia solare termica e 20 TWh di energia fotovoltaica combinate, o di 30 TWh di sola energia fotovoltaica. Ciò corrisponde su base annua a un terzo (nel caso di 20 TWh) o alla metà (nel caso di 30 TWh) dell'attuale consumo di elettricità. Senza tenere conto dei tetti di nuova costruzione né di altre superfici sfruttabili su pareti fonoassorbenti, opere di costruzione contro le valanghe o muri di laghi artificiali, non considerati nel calcolo.

In primo luogo vanno sfruttate le enormi superfici sui tetti e sulle facciate. I nuovi edifici vanno costruiti ottimizzandoli per l'installazione di impianti a energia solare e le superfici devono essere adatte al fotovoltaico (per la produzione di elettricità) e all'energia solare termica (per la produzione di calore). Sarebbe bene anche utilizzare le superfici sopra e lungo varie infrastrutture, come le pareti fonoassorbenti, gli spartitraffico delle autostrade, le opere di costruzione contro le valanghe e i parcheggi.

Quanta elettricità o calore possono produrre sul tetto sfruttando l'energia solare? Scopritelo con questa mappa.

È possibile inoltre valutare l'ipotesi di costruire impianti solari nelle aree sgombre dove un tempo sorgevano strutture militari, commerciali e industrie, e che oggi risultano inutilizzate o non possono essere adibite ad altri scopi. Lo stesso dicasi per l'utilizzo di bacini d'acqua non naturali e di spartitraffico erbosi recintati presenti lungo le autostrade o i binari ferroviari. Queste aree si prestano perfettamente alla costruzione di grandi impianti singoli che consentono di produrre elettricità solare a basso costo. Il potenziale complessivo rispetto a quello di superfici di più semplice accesso è tuttavia esiguo.

L'utilizzo di aree verdi, in particolare le superfici agricole, per la costruzione di impianti solari termici o fotovoltaici non è una soluzione ottimale, ma è decisamente più efficace e sensata rispetto alla coltivazione di piante energetiche per la produzione di corrente da biomassa.

La favola dell'esplosione di costi

La rapida espansione richiesta dalle associazioni ambientaliste non provoca un'esplosione dei costi? È una domanda che ricorre costantemente nel dibattito sull'energia solare. La risposta è molto semplice: assolutamente no. Se si considerano anche i danni ambientali provocati o evitati, l'energia solare costituisce già oggi per la società una soluzione più conveniente rispetto al carbone e al nucleare. Inoltre, i costi legati al solare sono notevolmente diminuiti: i moduli fotovoltaici costano solo un quinto del prezzo del 2008 e solo l’1% di quanto costavano nel 1976. Per valutarne l’economicità, i seguenti fattori sono decisivi::

  • L'energia solare crea valore e posti di lavoro in loco. Attualmente circa la metà delle spese va a beneficio delle imprese di costruzione e di progettazione locali. Grazie ai costi dei materiali sempre meno cari, la percentuale di impianti installati a livello regionale cresce rapidamente.
  • L'energia solare riduce la dipendenza dalle importazioni

L'energia solare rappresenta quindi la giusta soluzione non solo sul piano economico, ma anche ecologico. Ecco di seguito altri motivi che giustificano l'investimento in questa forma di energia:

Cosa puoi fare tu

Sfrutta le superfici adatte del tetto e delle facciate della tua abitazione per produrre energia solare termica o fotovoltaica. Su solarabo.ch trovi maggiori informazioni al riguardo. Se non possiedi una casa, puoi partecipare a un progetto relativo agli impianti solari comunitari oppure investire nell'energia solare. Inoltre, puoi sostenere il nostro operato a favore del clima con una donazione o iscrivendoti al WWF. Grazie al tuo sostegno possiamo impegnarci a livello politico a favore delle energie rinnovabili.

©
Aria documento dal WWF-Store

Attestato Clima

Con un Attestato Clima fai una gradita sorpresa e, allo stesso tempo, aiuti la natura. Scendi in campo anche tu nella lotta contro il cambiamento climatico.

©
Bonobo madre bacia il suo bambino

Iscriversi al WWF

Come socio del WWF entri a far parte della nostra grande rete: oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo sostengono i nostri progetti.