©
©
celle solari

Efficienza energetica

Impianti stereo in standby, case male isolate e auto sovradimensionate. Sprechiamo molta energia, circa la metà solo nel consumo quotidiano. Con piccoli cambiamenti comportamentali, apparecchi più efficienti e investimenti intelligenti, la situazione può cambiare e tutti ne trarrebbero beneficio.

Immaginati che un boccone di cibo su due cadesse dalla forchetta direttamente nella spazzatura. È esattamente ciò che accade con il nostro consumo di energia: circa la metà va sprecata senza essere utilizzata! Esempio: un'automobile sfrutta solo una frazione dell'energia per muoversi perché l'efficienza del motore a combustione è molto scarsa, e buona parte resta inutilizzata disperdendosi sotto forma di calore.

Mentre lo spreco di cibo è sulla bocca di tutti, raramente si affronta il tema dello spreco di energia. Eppure il problema non è meno delicato, perché tutti ne subiscono le conseguenze: l'economia, la natura e il clima.

Lo spreco di energia danneggia il clima, la biodiversità e l'economia.

Questo danno si ravvisa in modo acuto nell'esempio dei combustibili fossili come il carbone, il petrolio e il gas, la cui estrazione e combustione provoca il rapido riscaldamento della Terra nonché le sue conseguenze fatali per la vita sul nostro pianeta. Ogni barile di petrolio in più estratto accelera la crisi climatica.

Vi è poi la carenza di gas. La penuria di gas persisterà a lungo. Il problema è aggravato dalla carenza di elettricità in inverno, stagione in cui si attivano i riscaldamenti e in cui la domanda di elettricità e gas in Svizzera è particolarmente elevata. Ed è ancora più allarmante il fatto che non solo continuiamo a impiegare i combustibili fossili, ma che addirittura li sprechiamo! Ciò vale ovviamente anche per l'elettricità.

Anche la generazione di energie rinnovabili lascia tracce sulla natura. In Svizzera, ciò è evidente soprattutto nel settore dell'idroelettrico, con lo sbarramento dei corsi d'acqua che comporta gravi conseguenze per gli ecosistemi interessati. La qualità dell'acqua diminuisce drasticamente, i fiumi diventano più suscettibili alla siccità e alle inondazioni, e la biodiversità ne risente. Pertanto, ogni centrale elettrica che si può evitare di erigere grazie al risparmio di elettricità rappresenta un guadagno per l'ambiente e la biodiversità.

Infine, ma non meno importante, l'utilizzo inefficiente dell'energia si ripercuote anche a livello economico: gli sprechi enormi comportano costi aggiuntivi per l'economia, le famiglie e il settore pubblico pari a circa 10 miliardi di franchi l'anno; costi inutili che si potrebbero facilmente risparmiare.

©
Baustelle an der Grimsel Staumauer
©
Raffinerie mit gut sichtbarer Gasfackel

Excursus: risparmiare energia

Opzioni di configurazione per Aperto
Cosa possono farei i singoli individui? In breve: davvero molto. E farlo sul serio sarebbe molto importante, vista l'attuale carenza di energia e la crisi del clima e della biodiversità. Le famiglie sono responsabili di oltre un terzo del consumo di elettricità in Svizzera. Il potenziale di risparmio è notevole. Un esempio: riscaldare l'acqua richiede molta energia, quindi si può ottenere molto usando l'acqua calda con parsimonia. Montare dei limitatori di portata dell'acqua su tutti i rubinetti. Invece del bagno, fare docce brevi: rispetto a una doccia di 5 minuti con un soffione a risparmio idrico, in inverno due bagni a settimana comportano uno spreco di circa 300 kWh di energia e oltre 5500 litri d'acqua. Il risparmio è così anche pecuniario.

Tutto ciò è fattibile praticamente subito e senza grandi sforzi né spese. Altre misure sono un po' più laboriose ma consentono di risparmiare ancora più energia, ridurre le emissioni di CO2 e diminuire le spese: se siete proprietari di una casa, ad esempio, sostituite il vostro sistema di riscaldamento a combustibili fossili con una pompa di calore; se siete inquilini, chiedete al vostro padrone di casa di farlo.

Per semplificare il risparmio energetico, il WWF ha stilato un elenco completo con oltre 80 consigli concreti, dalla acquario da ottimizzare alla evitare gli spifferi. Per i casalinghi, le proprietarie di casa, gli inquilini, per i dipendenti e i datori di lavoro, per tutti coloro che hanno un hobby.

Come si calcola il fabbisogno energetico di un dispositivo?

I costi di elettricità e riscaldamento si fatturano in chilowattora. Un chilowattora (1 kWh) corrisponde all'energia consumata da un apparecchio elettrico con una potenza di 1000 watt nel corso di un'ora.

Per sapere quanta elettricità consuma un dispositivo, si può usare questa semplice formula: potenza (watt) x tempo (ore) = consumo di elettricità in wattora (Wh). Dividendo poi il risultato per 1000, si ottiene la quantità in kWh.

Con un chilowattora si può lavorare su un computer portatile per circa 50 ore, cucinare una cena per quattro persone o lavare un carico di biancheria a 60 gradi.

Efficienza energetica significa dover rinunciare al comfort in futuro?

Secondo le attuali Prospettive energetiche della Confederazione, il consumo medio di energia pro capite può essere circa dimezzato grazie a interventi tecnici. Non devi però temere in futuro di dover restare al buio la sera o di poter fare solo docce fredde, l'efficienza consiste infatti nello sfruttare meglio la stessa quantità di energia. Esistono semplici misure che possono fare però una grande differenza: è possibile ottenere grandi vantaggi in termini di efficienza se si passa da apparecchi alimentati a benzina, a gasolio o a gas a quelli elettrici, ad esempio scegliendo un'auto elettrica o preferendo una pompa di calore al riscaldamento a gas.

Tuttavia, anche piccoli accorgimenti quotidiani coadiuvano la riduzione degli sprechi. Due esempi: impostando il frigorifero a 6 gradi invece che a 4, si consuma circa il 12% in meno di elettricità; una temperatura di lavaggio di 30 gradi riduce il fabbisogno di elettricità di circa il 40% rispetto a un ciclo a 60 gradi.

Quanto sono efficaci le misure di risparmio energetico?

possibile evitare cambiamenti fondamentali, altrimenti è alto il rischio che le migliorie in termini di efficienza non riducano effettivamente la domanda di energia bensì aumentino solo i consumi. Pertanto, non è ad esempio sufficiente acquistare un'auto elettrica; è molto più importante chiedersi se si ha ancora davvero bisogno di un veicolo (di proprietà).

Questi cambiamenti fondamentali spesso non sono interamente nelle mani delle singole persone. Sono invece la politica e l'economia a essere chiamate in causa almeno nella stessa misura; anche l’economia deve utilizzare l'energia in modo più efficiente. La politica deve dare la possibilità alle persone di utilizzare l'energia in modo più parsimonioso nel quotidiano. Solo la collaborazione di consumatori, economia e politica rende possibile compiere progressi tangibili.

Esempi di successo

L’efficacia di questi interventi è provata da tempo. Questi esempi mostrano i volti di un'attuazione concreta, evidenziando che il risparmio energetico non è stregoneria.

Risparmiare energia: una richiesta alla politica

Aumentare l'efficienza significa ottenere di più da una medesima quantità. In termini energetici, il maggior potenziale di risparmio si identifica in tre settori: elettricità, edifici e trasporti. In tutti gli ambiti, il WWF Svizzera chiede l'attuazione di misure politiche per un uso più efficiente dell'energia.

Traffico

  • Le nuove auto devono rispettare il clima: ciò significa non avere dimensioni inutilmente eccessive né pesanti (niente SUV) e essere alimentate a batteria.
  • Introduzione di un nuovo sistema di finanziamento dei trasporti conforme al principio di causalità (mobility pricing). In concreto, la mobilità efficiente e rinnovabile, e in particolare la riduzione dei chilometri percorsi, deve essere premiata a livello economico.
  • Promuovere i mezzi pubblici, gli spostamenti a piedi e in bicicletta.

Elettricità

  • Aumentare regolarmente i requisiti minimi per dispositivi e motori, evitando la vendita di prodotti inefficienti.
  • Regole per garantire che i riscaldamenti elettrici vengano sostituiti al più presto con alternative maggiormente rispettose del clima; ciò è importante perché i riscaldamenti elettrici dissipano grandi quantità della preziosa energia elettrica invernale.
  • I fornitori di elettricità vanno maggiormente responsabilizzati. I consumatori necessitano di un’offerta di consulenza completa sulle modalità di risparmio dell’energia elettrica. Il modo migliore per raggiungere questo obiettivo è ricompensarne un uso parco con strumenti finanziari.

Edifici

  • Incentivi finanziari per le ristrutturazioni energetiche degli edifici.
  • Direttive di riqualificazione con periodi di transizione per gli edifici che sprecano più energia.
  • Offerte di finanziamento avvallate dallo Stato per evitare che le ristrutturazioni energetiche degli edifici falliscano per mancanza di fondi.
©
Wärmebildaufnahme eines Hauses
©
Umweltbewusste Fahrradfahrer auf der Strasse
©
Energieberatung

Cos'altro puoi fare

Curati di utilizzare l'energia in modo consapevole. Informati sul consumo energetico dei tuoi dispositivi, mezzi di trasporto e del riscaldamento. Utilizza semplici espedienti come le ciabatte con interruttore on/off e spegni completamente il tuo impianto stereo o il televisore dopo l'uso. Calcola la tua impronta personale e scopri qual è il tuo potenziale di risparmio. La nostra app Guida WWF ti aiuta a vivere la tua quotidianità in modo più sostenibile e consapevole.

©
Sole tramonta dietro la terra sotto

Calcolatore dell'impronta ecologica

Calcola la tua impronta ecologica e lasciati ispirare dai nostri consigli pratici.

©
Frau steht lächelnd am Bahnhof

Ecoconsigli

I nostri pratici ecoconsigli ti aiutano a vivere quotidianamente in modo consapevole e sostenibile.